hai-la-nauseaQuando inizia di solito la nausea in gravidanza? A che settimana?

I sintomi, in genere, compaiono tra la 4a e la 9a settimana, si acuiscono tra la 7a e la 12a, e tendono a scomparire tra la 16a e la 20a settimana. Alcune donne però li avvertono anche dopo la 20a e alcune ne soffrono per tutta la gravidanza.

È importante ricordare che i sintomi che iniziano a comparire dopo la decima settimana di gravidanza dovrebbero essere riportati al proprio medico curante per escludere altre cause

I sintomi

Uno dei primi sintomi dell’inizio di una gravidanza, a parte l’assenza di mestruazioni, è l’insofferenza a cibi e odori, oltre che dolori al basso ventre, tensione al seno, stanchezza, desiderio di urinare più frequentemente.

Le cause

Non sono ancora ben definite le cause della nausea in gravidanza, probabilmente i fattori sono:

  • CAMBIAMENTI ORMONALI: aumento dei livelli della gonadotropina corionica umana che stimola la produzione di progesterone il quale altera le funzioni dell’apparato digerente
  • DIFESA DELL’ORGANISMO MATERNO: infatti la nausea sembra comparire soprattutto per la repulsione verso alcuni cibi potenzialmente dannosi sia per il bimbo che per la gravidanza stessa; sembra anche essere una reazione del sistema immunitario che giudicherebbe estraneo il nuovo organismo che si sta formando, fino a che il corpo materno non si adatta.
  • La DIMINUZIONE DI ZUCCHERI NEL SANGUE, soprattutto al mattino, è anch’essa responsabile di questo disturbo

Cosa fare per alleviare la nausea?

  • Controllare l’alimentazione: evitare succhi di frutta, caffè, tè, alcolici bevande troppo fredde. Preferire cibi solidi.
  • I sintomi peggiorano a stomaco vuoto, si consiglia di fare frequenti spuntini.
  • Il periodo di maggior malessere è al mattino: prima ancora di alzarsi dal letto viene consigliato di sgranocchiare qualche grissino o cracker e sedersi sul letto prima di alzarsi, lentamente.
  • Bere succo di limone potrebbe portare sollievo
  • Preparare infusi di menta che, come il limone, ha effetti digestivi
  • Masticare pezzetti di zenzero: ha un’azione antinausea comprovata, senza esagerare con le quantità
  • Assumere vitamina B6 (deve essere prescritta dal ginecologo), agisce come antinausea
  • Fare una cura di magnesio, aiuta a riequilibrare gli ormoni
  • I braccialetti antinausea, utilizzati per il mal d’auto, possono essere impiegati anche per la nausea gravidica e sono senza controindicazioni.
  • Recentemente altri rimedi proposti dagli esperti sono l’agopuntura e l’ipnosi
  • Non stare troppo a lungo seduti per non comprimere lo stomaco, specie dopo mangiato.
  • Non sdraiarsi a stomaco pieno.
  • Fare lunghe passeggiate, in luoghi dove l’aria è pulita e fresca: oltre a facilitare la digestione, aiuta a distrarsi e non pensare troppo alla nausea.
  • Evitare i viaggi lunghi in macchina, così come i luoghi chiusi e affollati, dove l’aria ristagna facilmente.

Le nonne dicono che…

Se durante la gravidanza una donna avrà tante nausee o bruciori di stomaco, significa che il bambino avrà tanti capelli. Questo è quello che sostenevano le nonne, ma c’è qualcosa di vero. Sembra, infatti, che siano proprio gli alti livelli di estrogeni e progesterone, che stimolano la crescita dei capelli, a rilassare l’esofago della futura mamma causando questi malesseri.

 

Ostetrica
Dott.ssa Sara Gagliano