Risultati dello studio su Autismo e Cellule Staminali del Sangue Cordonale

img-autismoTorniamo a parlare di Autismo e Trapianto Autologo di Cellule Staminali del Sangue del Cordone Ombelicale con i risultati dello studio di cui avevamo dato la notizia nella news del 13 dicembre 2012. Questo studio svolto nell’ Ospedale Sutter Neuroscience Institute di Sacramento, California dal gruppo del Dr. Michael Chez, prevedeva un trapianto autologo (dove cioè le cellule staminali trapiantate sono quelle del paziente stesso) di cellule staminali del sangue del cordone ombelicale su 30 bambini con sindrome dello spettro autistico. I risultati pubblicati sulla rivista scientifica internazionale Stem Cells Translational Medicine, hanno studiato la fattibilità e l’efficacia della terapia che prevedeva il trapianto di cellule staminali del sangue derivanti dal proprio cordone ombelicale, conservate in una banca privata, in bambini affetti da autismo. Per vedere la pubblicazione scientifica di tale studio cliccare qui.

Uno dei risultati più entusiasmanti di questo studio, dice il Dr. Chez, coinvolge il successo del trattamento tradotto in miglioramento di alcune aree specifiche come la socializzazione e il linguaggio in una condizione in cui  nè gli studiosi nè i genitori sapevano a quale gruppo fosse stato effettuato il trapianto di cellule staminali o l’infusione di soluzione fisiologica; non potevano perciò essere influenzati in nessun modo.

“La scala Vineland di valutazione dell’adattamento e delle autonomie, uno dei test comunemente utilizzati per misurare le capacità funzionale del mondo reale, mostrava significativi miglioramenti dopo 12 settimane dal trattamento con le cellule staminali del sangue cordonale rispetto al placebo” dice il Dr. Chez. Ciononostante, quando si andava a fare l’analisi statistica, questo dato non risultava significativo, probabilmente a causa del basso numero dei partecipanti analizzati (30) e della variabilità interindividuale dei partecipanti a questo studio pilota. 

Questo studio, tuttavia, mostra delle similitudini con lo studio effettuato alla Duke University dalla Dr.ssa Joane Kurtzberg (pubblicato nella nostra news del 7 aprile 2017) che mostrava anch’esso la sicurezza del trapianto ed un miglioramento della capacità di socializzazione nei bimbi sottoposti al trapianto di cellule staminali del proprio sangue del cordone ombelicale. 

I genitori contattati per la valutazione dei risultato erano contenti del miglioramento visto nei loro bambini. Jennifer Lundberg di Orlando riporta che lei ha notato subito quando suo figlio Hayden ricevette il trapianto di cellule staminali del sangue del suo cordone ombelicale rispetto al placebo. 

“Avevamo provato per più di quattro anni di insegnargli l’utilizzo del vasino, e in due settimane iniziò ad utilizzarlo da solo. Non ci potevamo credere” disse “Ora ha una comprensione del linguaggio globale che prima non aveva. Per esempio, volli chiedergli di aprire le bocchette dell’aria condizionata, e all’improvviso lui seppe cosa fare. Non ha più le esplosioni caratteriali di una volta. E’ sorprendente. Se potessimo farlo ancora, lo faremmo di nuovo”.

Un’altra mamma, che ha chiesto di non essere identificata, disse che anche il suo bimbo è migliorato. “Vediamo i miglioramenti nel suo sviluppo, nel suo linguaggio e nell’interazione sociale” disse “Ci ha certamente aiutati.”

Lo studio condotto dal Dr. Chez, come quello della Dr.ssa Joane Kurtzberg non è certamente una soluzione per il trattamento dell’autismo ma dà un’importante indicazione: il trapianto di cellule staminali del sangue del cordone ombelicale in bambini con sindrome dello spettro autistico è facile e sicuro e ha come effettuo un miglioramento, sebbene non statistico, nel processo di socializzazione e linguaggio. Questo suggerisce che la terapia cellulare nelle malattie pediatriche neurologiche non richiede il midollo osseo e suggerisce che ulteriori ricerche devono essere condotte utilizzando le cellule staminali del sangue del cordone ombelicale nel trattamento dell’autismo. 

 

Fonte: https://www.sutterhealth.org/news-room/cord-blood-stem-cell-study-shows-promise-autism

 

Patologie curabili

Il primo trapianto di cellule staminali del sangue cordonale è stato effettuato nel 1988 in un paziente…

Corsi preparto

1284729576_68527593_1-immagini-di--preparazione-al-parto-e-massaggio-infantile-1284729576Organizziamo in tutta Italia corsi preparto aperti a voi, futuri genitori.

Costi della Crioconservazione

costi-crioconservazione

Modalità di pagamento adattabili alla situazione economica della famiglia

Iscriviti alla newsletter

Pe ricevere le notizie direttamente nella tua email