LES e cellule staminali del cordone ombelicale

2014_09_25_LESIl Lupus Eritematoso Sistemico (LES) è una malattia cronica di natura autoimmune, che può colpire diversi organi e tessuti del corpo. Essendo una malattia autoimmune, il sistema immunitario non riconosce come propri gli organi dell’individuo ed invece di proteggerli da agenti esterni quali virus o batteri, li attacca causando infiammazione, danno tessutale di varia natura che può arrivare anche alla distruzione del tessuto stesso. Il LES colpisce diversi organi ed in particolare: il cuore, la pelle, le articolazioni, i polmoni, il sistema circolatorio, il fegato, i reni e il sistema nervoso.

E’ una malattia complessa ad esordio non ben calcolabile che può essere trattata farmacologicamente con terapia immunosoppressoria che permette al paziente di condurre una vita regolare; tuttavia una vera e propria cura non esiste. A tal proposito numerosi studi sono stati avanzati per dare speranze a tutti quei pazienti che non rispondono alle terapie convenzionali o per cui i farmaci convenzionali sono tossici.

Una speranza arriva dalla Cina dove il gruppo del prof Lingyun Sun ha effettuato uno studio pilota su 40 pazienti affetti da LES. Tali pazienti hanno subito un trapianto eterologo di cellule mesenchimali staminali derivanti da cordone ombelicale.

Perché trapiantare cellule staminali mesenchimali derivanti da cordone ombelicale?  Perché queste cellule sembrano avere proprietà modulatorie sul sistema immunitario, sono i precursori di numerose linee cellulari, quindi sembra siano in grado di sostituire cellule danneggiate, ed inoltre se trapiantate non vengono rigettate dall’organismo del ricevente.

I 40 pazienti scelti per questo studio hanno un’età variabile dai 17 ai 54 anni e nei mesi precedenti al trapianto allogenico di cellule staminali mesenchimali derivanti dal cordone ombelicale, si erano mostrati non responsivi alle terapie farmacologiche. I pazienti hanno ricevuto due dosi di cellule staminali del cordone ombelicale a distanza di una settimana una dall’altra. La terapia non ha dato effetti collaterali e il 92,5% dei pazienti, cioè 37 pazienti su 40, è sopravvissuto oltre 12 mesi dalla somministrazione, dimostrando una ottima tolleranza alla terapia. I sintomi della malattia, inoltre, sono rimasti silenti per circa 6 mesi ma si sono ripresentati al termine di questi, facendo concludere a questi scienziati che il trattamento necessità di una ripetizione ogni 6 mesi.

Questo studio clinico dimostra che un trapianto di cellule mesenchimali derivanti da cordone ombelicale, non solo non provoca reazioni avverse nei pazienti trapiantati ma

Fonti:

www.lupus.it

arthritis-research.com

 

Patologie curabili

Il primo trapianto di cellule staminali del sangue cordonale è stato effettuato nel 1988 in un paziente…

Corsi preparto

1284729576_68527593_1-immagini-di--preparazione-al-parto-e-massaggio-infantile-1284729576Organizziamo in tutta Italia corsi preparto aperti a voi, futuri genitori.

Costi della Crioconservazione

costi-crioconservazione

Modalità di pagamento adattabili alla situazione economica della famiglia

Iscriviti alla newsletter

Pe ricevere le notizie direttamente nella tua email