La costruzione d’innovative strutture di sostegno permetteranno alle staminali del cordone ombelicale di contribuire alla terapia dell’artrosi e delle lesioni delle cartilagini articolari

2013_01_12_artrosiNel 2009 il Dott. Detamore e il Dott. Zhao riescono nel loro intento di far differenziare le staminali del cordone ombelicale in condrociti, grazie a scaffold tridimensionali di loro ideazione, utili per la cura dell’ artrosi e delle altre malattie delle cartilagini.

Già nel 2007 il Dott. Bailay utilizza staminali mesenchimali del cordone ombelicale umano nella ricostruzione cartilaginea del condilo dell’ articolazione temporo-mandibolare.

 La semina su una matrice di acido poliglicolico, porta alla produzione di una forte quantità di collagene tipo I, presente in modo consistente in questa articolazione. La struttura di sostegno e di crescita per le staminali cordonali, chiamata scaffold, contiene più condroitin-solfato e glucosaminoglicani, componenti fondamentali della cartilagine, rispetto alla matrice in cui si moltiplicano i condrociti: una quantità quattro volte maggiore.

 Senza contare che nel primo scaffold si forma un numero doppio di cellule rispetto al secondo. Nel 2009 il Dott. Datamore e il Dott. Zhao riescono a ricostruire per mezzo delle staminali cordonali la fibrocartilagine, alla base della struttura dei dischi intervertebrali e dei menischi. Nelle colture ad alta densità le numerose staminali cordonali producono una tale quantità di matrice extracellulare da riempire gli spazi lasciati vuoti dalla parziale degradazione degli scaffolds, mantenendone elevata la massa e basso il contenuto d’ acqua. Aumenta la sintesi di collagene.

 Bioreattori di perfusione sarebbero utili per determinare una maggiore crescita e una distribuzione più uniforme delle cellule sulle matrici, usate per i trapianti di staminali cordonali, al fine di rigenerare la cartilagine. L’ Insulin-like Growth Factor 1 (IGF-1) ed il Transforming Growth Factor Beta-1 (TGF-β1), potranno accrescere la biosintesi, per aiutare il mantenimento della forma normale degli scaffolds. In coltura di acido poliglicolico le staminali del cordone ombelicale formano sferette più grandi rispetto alle mesenchimali del midollo osseo, con una migliore matrice extracellulare filamentosa e quantità molto più elevate del collagene di tipo I e II.

Leggi tutto

Patologie curabili

Il primo trapianto di cellule staminali del sangue cordonale è stato effettuato nel 1988 in un paziente…

Corsi preparto

1284729576_68527593_1-immagini-di--preparazione-al-parto-e-massaggio-infantile-1284729576Organizziamo in tutta Italia corsi preparto aperti a voi, futuri genitori.

Costi della Crioconservazione

costi-crioconservazione

Modalità di pagamento adattabili alla situazione economica della famiglia

Iscriviti alla newsletter

Pe ricevere le notizie direttamente nella tua email