Cordone ombelicale e ulcere diabetiche

2014_09_04_ulcere_diabetiche

L’azienda statunitense Amniox Medical, Inc. annuncia un importante studio clinico che coinvolgerà il cordone ombelicale nella cura delle ulcere diabetiche.

Tale azienda, fondata nel 2011 per servire il mercato dell’ortopedia e della cura delle ulcere di varia natura si dedica allo sviluppo di terapie ricostruttive attraverso l’utilizzo della membrana amniotica (placentale) e del cordone ombelicale utilizzando una tecnologia della quale l’azienda è proprietaria, denominata CryoTek™ . Questa tecnologia è in grado di conservare le proprietà biologiche e strutturali della membrana amniotica e del cordone ombelicale, in modo da poterli utilizzare sia nel trapianto delle ulcere che in ambiente chirurgico.

Lo studio clinico coinvolgerà i prodotti di proprietà dell’azienda per la cura di ulcere diabetiche croniche. Confronterà matrici crioconservate derivanti da cordone ombelicale in trapianti allogenici e le paragonerà a terapie attualmente utilizzate in clinica. Lo studio è disegnato per dimostrare che la tecnologia proposta da Amniox Medical è clinicamente efficace e che possa essere una valida alternativa di cura per i pazienti diabetici.

Il tessuto placentale, così come il cordone ombelicale, hanno proprietà rigenerative innate contenendo proteine che modulano l’infiammazione e modulano la rigenerazione nei tessuti. Possono essere, inoltre, crioconservate e trapiantate sia in maniera autologa che eterologa. Amniox utilizza il suo processo brevettato, CryoTek™, una tecnologia di crioconservazione delle membrane che mantiene l’integrità della natura biologica e strutturale di questi tessuti.

Le capacità rigenerative del tessuto placentale sono ben documentate in diversi studi scientifici” dice David Armstrong, DPM, MD, PhD, Direttore del Southern Arizona Limb Salvage Alliance and Co-Developer del protocollo di studio CONDUCT 1. “Inoltre, sono ben documentante anche le proprietà antiinfiammatorie e di diminuzione della formazione delle cicatrici offerte da questa tecnologia in procedure oftalmiche. Noi guardiamo avanti per vedere se è possibile o meno osservare dei simili risultati nel trattamento delle ulcere croniche. Questo ci potrebbe offrire uno strumento importante per guarire le ulcere e prevenire le amputazioni in persone affette da diabete.”

I pazienti saranno reclutati in Georgia, California e Arizona. Si prevede che saranno arruolati 30 pazienti con non-guarigione delle ulcere del piede diabetico.

Siamo molto onorati di iniziare questo importante studio,” dice Aaron Smith, General Manager of Amniox Medical.  “Fin dal suo inizio, questa tecnologia è stata rapidamente adottata nel campo della cura delle ulcere e i medici sono stati molto contenti per i risultati ottenuti, in particolare in pazienti che fallivano con le cure canoniche. Questo studio è stato progettato per convalidare in un ambiente controllato ciò che i medici stanno osservando nella pratica clinica.”

Questo nuovo utilizzo del cordone ombelicale e delle cellule staminali che lo costituiscono, sicuramente differente rispetto a quello che i lettori delle nostre news sono soliti leggere, ci sottolinea ancora una volta l’importanza del cordone ombelicale e della sua crioconservazione e apre nuove strade verso utilizzi ad oggi impensati come la cura delle ulcere diabetiche nell’adulto.

Patologie curabili

Il primo trapianto di cellule staminali del sangue cordonale è stato effettuato nel 1988 in un paziente…

Corsi preparto

1284729576_68527593_1-immagini-di--preparazione-al-parto-e-massaggio-infantile-1284729576Organizziamo in tutta Italia corsi preparto aperti a voi, futuri genitori.

Costi della Crioconservazione

costi-crioconservazione

Modalità di pagamento adattabili alla situazione economica della famiglia

Iscriviti alla newsletter

Pe ricevere le notizie direttamente nella tua email