Cellule staminali ematopoietiche utili contro l’angina

2012_11_16_anginaContinuano a essere le regine della ricerca, la speranza per il futuro.
Una recente ricerca ha rivelato risultati interessanti delle cellule staminali per colmare gli effetti dell’angina.

Le cellule staminali ematopoietiche, utilizzate in questa ricerca, provengono dal sangue periferico dei pazienti, ciò espone il paziente ad affrontare una procedura invasiva dato che il sangue viene prelevato attraverso l’incanulamento di una vena periferica.

A differenza del precedente processo, attraverso il prelievo del sangue cordonale (processo non invasivo e indolore) si potrà usufruire di una fonte di cellule staminali ematopoietiche simili alle cellule prelevate dal sangue periferico ma con un vantaggio a favore del sangue cordonale: le sue cellule essendo molto giovani garantiscono un approccio terapeutico migliore delle cellule del sangue periferico.

Inoltre, come descritto nella ricerca, la quantità di cellule staminali infuse nei pazienti varia da 1×105 a 5×105 cellule/Kg, quantità facilmente ottenibile con un campione di circa 80 ml di sangue cordonale il quale contiene mediamente 6.9×108 di cellule staminali.* (Comprehensive banking of sibling donor cord blood for children with malignant and nonmalignant disease. Reed W, Smith R, Dekovic F, Lee JY, Saba JD, Trachtenberg E, Epstein J, Haaz S, Walters MC, Lubin BH.)


Le staminali utili contro l’angina

Cellule staminali iniettate direttamente nel cuore consentono ai pazienti cardiopatici di vivere meglio dimezzando i rischi di angina”. Questo quanto affermato da una ricerca fatta negli Stati Uniti e pubblicata sulla rivista specializzata Circulation Research.

Lo studio ha esaminato 167 pazienti che soffrivano di angina refrattaria dividendoli in tre gruppi. I medici hanno somministrato un’alta dose di staminali al primo gruppo, una dose più bassa al secondo e un semplice placebo al terzo.

Dopo un anno di sperimentazione, i pazienti che avevano ricevuto la dose più elevata mostravano una media di 6,3 episodi giornalieri di giornalieri di angina, contro gli 11 dei soggetti trattati con placebo. Oltre ai ridotti episodi i vantaggi s’estendevano a una migliore tollerabilità degli sforzi e una maggiore resistenza fisica, appurata tramite la tollerabilità di un esercizio fisico prolungato per 139 secondi.

Commentano i ricercatori: “questa procedura sembra restituire almeno in parte ai pazienti la propria vita. Il miglioramento nella resistenza fisica è clinicamente molto importante”.

Fonte originale: Medicinanelweb (per approfondimenti in merito alla ricerca è possibile consultare il testo in lingua originale inglese).

Patologie curabili

Il primo trapianto di cellule staminali del sangue cordonale è stato effettuato nel 1988 in un paziente…

Corsi preparto

1284729576_68527593_1-immagini-di--preparazione-al-parto-e-massaggio-infantile-1284729576Organizziamo in tutta Italia corsi preparto aperti a voi, futuri genitori.

Costi della Crioconservazione

costi-crioconservazione

Modalità di pagamento adattabili alla situazione economica della famiglia

Iscriviti alla newsletter

Pe ricevere le notizie direttamente nella tua email