Il calendario della gravidanza

Quali sono gli appuntamenti mese dopo mese?

Primo trimestre

E1trimestrentro le 11 settimane è consigliata la prima visita con l’Ostetrica, figura professionale di riferimento per l’assistenza a tutte le gravidanze fisiologiche , secondo le linee guida OMS e il Ministero della Salute. Dopo questa accurata visita di routine, inizia una lunga trafila di esami del sangue e delle urine, che accompagnerà la mamma fino al nono mese. Particolarmente rilevanti per la donna gli esami del gruppo Torch (toxo-test, rubeo test, ricerca citomegalovirus e dell’herpes).
11° settimana: ecografia trans vaginale (è sconsigliato l’utilizzo del Color-Doppler e del Doppler pulsato per la rilevazione dell’attività cardiaca embrionale fino a 10 settimane e 0 giorni). In questo periodo si potrebbe anche effettuare la villocentesi per una diagnosi precoce di alcune malattie genetiche, qualora ce ne fosse ragione.
11°-13°+6gg: è consigliato l’ultrascreen o test combinato, che unisce l’esame della Traslucenza Nucale (ecografia per rilevare la massa liquida della nuca del feto) e il bi test (esame del sangue che rivela la quantità d ormoni Free betaHcg e Papp-A) per valutare il rischio individuale che il bambino sia interessato da un’anomalia cromosomica.

Secondo trimestre
2trimestreIl quinto mese è il momento della seconda delle tre ecografia previste:
18°-22° settimana: ecografia morfologica, fatta appositamente per controllare tutti gli organi e la corretta formazione delle varie parti costituenti il corpo del feto.
Nel caso di rischio di patologie genetiche e cromosomiche, è prevista l’amniocentesi, sotto stretto consiglio medico ed entro la 18° settimana, un esame molto invasivo effettuabile soltanto a partire dalla 16° settimana di gestazione.
La flussimetria Doppler materna non è obbligatoria, ma è utile, qualora vi fosse indicazione, per verificare il normale afflusso di sangue dall’arteria uterina alla placenta e si effettua tramite ecografia tra la 17° e la 23° settimana. Se necessaria, per familiarità o altri motivi, viene anche prescritta la curva glicemica, per verificare la tendenza al diabete gestazionale. È bene sapere però che in gravidanza i livelli di glucosio nel sangue aumentano fisiologicamente! Tra le cose più importanti all’inizio di questo trimestre è informarsi in consultorio o presso strutture private, sui Corsi di Accompagnamento alla Nascita tenuti da ostetriche qualificate! Un percorso utilissimo ai futuri genitori per avere in mano tutti gli strumenti e le informazioni per affrontare quest’avventura, su tutti i fronti. Un percorso necessario perché ogni scelta sia fatta in modo consapevole!

Terzo trimestre
3trimestreIl settimo mese è il momento dell’ecografia di accrescimento (30°-32° settimana). Le linee guida internazionali ci dicono che in caso di gravidanza a basso rischio, l’indagine ecografica routinaria condotta nel terzo trimestre non offre benefici in esiti rilevanti relativi alla salute materna e feto-neonatale. Nel caso in cui in famiglia ci siano casi di patologie cardiache, il feto viene sottoposto a ecocardiografia.
Il tampone vaginale per la ricerca dello streptococco viene svolto tra la 34° e la 36° settimana, al pari dell’elettrocardiogramma e della visita dall’anestesista per l’eventuale partoanalgesia.
Ancora un esame completo delle urine e del sangue e poi, dopo la 40° settimana inizierà il monitoraggio per rilevare l’eventuale presenza di contrazioni insieme alla loro intensità e frequenza, e il battito cardiaco del feto.

LE NUOVE FRONTIERE DELLA DIAGNOSI
Si chiama test del DNA fetale o NIPT ( Non Invasive Prenatal Testing) e si esegue a partire da un semplice prelievo di sangue della mamma in attesa per valutare eventuali malattie, in particolare anomalie cromosomiche come la sindrome di Down. Il principale vantaggio è il fatto che non è invasivo, rispetto alle tradizionali villocentesi e amniocentesi, riducendone drasticamente il ricorso; per la sindrome di Down, inoltre, è considerato uno screening dalla stima molto accurata.
Può essere effettuato attorno alla 10°-12° settimana di gravidanza.
Non è ancora rimborsabile dal Sistema Sanitario Nazionale e deve quindi essere richiesto privatamente.

Gli esperti consigliano…
E’ ampiamente documentato il valore protettivo dell’acido folico rispetto ad alcuni rischi di difetti congeniti, come la spina bifida, anecefalia ed encefalocele, tutti difetti del tubo neurale. Esso dovrebbe essere assunto in fase preconcezionale, almeno tre mesi prima del concepimento, fino a tre mesi di gestazione, per avere il suo effetto protettivo, in quanto questi difetti avvengono in fase embrionale.

Informati senza impegno!

Riceverai gratis la Mamma Agenda

Patologie curabili

Il primo trapianto di cellule staminali del sangue cordonale è stato effettuato nel 1988 in un paziente…

Corsi preparto

1284729576_68527593_1-immagini-di--preparazione-al-parto-e-massaggio-infantile-1284729576Organizziamo in tutta Italia corsi preparto aperti a voi, futuri genitori.

Costi della Crioconservazione

costi-crioconservazione

Modalità di pagamento adattabili alla situazione economica della famiglia

Iscriviti alla newsletter

Pe ricevere le notizie direttamente nella tua email