Aggiornamento sullo studio clinico: “autismo e cellule staminali cordonali”

autismo_e_staminaliDopo la pubblicazione della news “Autismo e cellule staminali del cordone ombelicale: i risultati di uno studio clinico promettente”, del 7 aprile 2017, molte persone, che nel loro cammino di vita hanno incontrato la Sindrome da Spettro Autistico, ci hanno contattato per avere informazioni e approfondimenti sullo studio clinico effettato alla Duke University Medical Center dal gruppo della Dott.ssa Joane Kurtzberg, che ha portato a dei risultati incoraggianti descritti nell’articolo scientifico “Autologous Cord Blood Infusions are safe and feasible in young children with autism spectrim disorder: results of a single-centre phase I open-label trial” pubblicato sulla rivista internazionale Stem Cell Translation Medicine.
La nostra Responsabile Scientifica, Dott.ssa Pierangela Totta, ha così contattato la Responsabile dello studio clinico, la quale ci ha rimandati alla Dott.ssa Jessica Washintgton, coordinatore del reclutamento dei pazienti nello studio. La nostra richiesta riguardava la possibilità di candidatura di pazienti affetti dalla sindrome per partecipare alla fase II dello studio clinico. Abbiamo ricevuto la risposta dalla Dott.ssa Washington che pensiamo sia importante condividere: ad oggi lo studio clinico è nel bel mezzo della fase II e per tale studio, purtroppo, non c’è arruolamento di nuovi pazienti. Questo studio, infatti, monitorerà i pazienti che hanno effettuato il trapianto di cellule staminali cordonali nella fase I dello stesso e avrà durata di altri 2 anni, alla fine dei quali pubblicheranno i risultati derivanti.
La Dott.ssa, tuttavia, ci dà delle informazioni interessanti e molto importanti che riportiamo qui di seguito:
– Il gruppo della Duke University sta lavorando con la Food and Drug Amministration (FDA, cioè l’ Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali ovvero l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici) per avere la possibilità di un ulteriore studio clinico sull’Autismo e le cellule staminali cordonali, grazie proprio ai risultati che stanno ottenendo dal primo studio ancora in corso. Nei prossimi 3-4 mesi sapranno della possibilità di poter iniziare questo studio, dove arruoleranno nuovi pazienti provenienti da tutto il mondo.
– La Dott.ssa invita, inoltre, tutte le famiglie interessate nel partecipare agli studi clinici futuri riguardanti cellule staminali cordonali e Autismo, a registrarsi al Duke Registry for Autism Research per essere contattati in futuro direttamente dal Duke Center for Autism and Brain Development.
Questo risultato è per tutti noi una speranza per comprendere sempre meglio la Sindrome dello Spettro Autistico ma anche una speranza che le cellule staminali del cordone ombelicale, in cui crediamo, possano diventare una realtà di terapia e un valido aiuto anche per le persone con la Sindrome da Spettro Autistico.

Informati senza impegno!

Riceverai gratis la Mamma Agenda

Patologie curabili

Il primo trapianto di cellule staminali del sangue cordonale è stato effettuato nel 1988 in un paziente…

Corsi preparto

1284729576_68527593_1-immagini-di--preparazione-al-parto-e-massaggio-infantile-1284729576Organizziamo in tutta Italia corsi preparto aperti a voi, futuri genitori.

Costi della Crioconservazione

costi-crioconservazione

Modalità di pagamento adattabili alla situazione economica della famiglia

Iscriviti alla newsletter

Pe ricevere le notizie direttamente nella tua email