Guida completa sulle cellule staminali e la conservazione del cordone ombelicale
Cellule staminali del cordone ombelicale e loro conservazione: tutto quello che c’è da sapere

 

CELLULE STAMINALI

Le cellule staminali sono cellule non differenziate, dotate cioè della capacità di trasformarsi in altri tipi di cellule che andranno a costituire i diversi organi e tessuti del corpo umano. Questo processo di trasformazione viene definito differenziamento cellulare.

Le cellule staminali vengono prelevate da diverse fonti come ad esempio il cordone ombelicale, il sangue, il midollo osseo, la placenta e i tessuti adiposi. Per poter essere definita come staminale una cellula deve soddisfare due proprietà: l'autorinnovamento e la pluripotenza.

  • Autorinnovamento delle cellule staminali
    Per autorinnovamento si intende la capacità delle cellule staminali di compiere un numero illimitato di cicli replicativi mantenendo lo stesso stadio differenziativo.
  • Pluripotenza delle cellule staminali
    E' la capacità di dare origine a una o più linee o tipi cellulari tramite il differenziamento che, grazie a stimoli ben precisi, indirizza le cellule staminali verso uno specifico tipo cellulare indifferenziato.



CELLULE STAMINALI EMBRIONALI

Le cellule staminali embrionali sono cellule pluripotenti prelevate dall’embrione. Queste cellule possono differenziarsi in qualsiasi tipo di organo o tessuto ma il loro utilizzo pone un serio problema di natura etico-morale. Nessun tipo di problema si pone invece nell’uso delle cellule staminali adulte e delle cellule staminali prelevate dal sangue del cordone ombelicale.

 

CELLULE STAMINALI ADULTE

Le cellule staminali adulte sono presenti in alcuni dei nostri organi e nella maggior parte dei nostri tessuti in forma dormiente, sono cellule non specializzate che hanno il compito di rinnovare le cellule che naturalmente invecchiano. Queste cellule sono in grado di dare origine a tutte le cellule della linea ematopoietica (le cellule staminali del sangue del cordone ombelicale rientrano in questa categoria) e a quelle della linea mesenchimale.

  • Cellule staminali ematopoietiche
    Le cellule staminali ematopoietiche sono cellule staminali che danno origine a tutte le cellule del sangue (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine). Una delle fonti principali di queste cellule è il midollo osseo ma è possibile estrarle anche dal sangue del cordone ombelicale.
  • Cellule staminali mesenchimali
    Le cellule staminali mesenchimali sono in grado di generare ossa, cartilagini e tessuti adiposi. Alcune fonti di queste cellule sono il midollo osseo, il tessuto del cordone ombelicale e la polpa dentale.

 

CELLULE STAMINALI DEL CORDONE OMBELICALE

Il sangue del cordone ombelicale è una preziosa fonte di cellule staminali ematopoietiche. Queste cellule staminali possono essere conservate (crioconservazione) per lunghissimi periodi di tempo (più di 20 anni) e rappresentano una fonte terapeutica alternativa per curare gravi patologie del sangue e immunodeficienze congenite in pazienti bambini e adulti.

 

BANCA PUBBLICA DI CONSERVAZIONE DEL CORDONE OMBELICALE

In Italia è consentito donare il sangue del cordone ombelicale a scopo solidaristico, a disposizione della collettività, oppure conservarlo ad uso dedicato. È possibile donare presso una struttura ospedaliera che risulti accreditata come punto di raccolta. Ci sono alcuni casi che escludono e controindicano la possibilità di donare il sangue del cordone, quali l’essere affetto da malattie trasmissibili con il sangue o da altre gravi malattie. Non tutte le donazioni vengono conservate, esistono protocolli che stabiliscono i criteri di accettazione delle unità cordonali e che riguardano una serie di parametri quali la quantità minima di cellule, il volume dell’unità e la sterilità del campione.

 

In che cosa consiste, invece, la donazione ad uso dedicato?

Il D.M. 18 novembre 2009 regolamenta alcuni casi specifici per i quali è possibile conservare il sangue del cordone ombelicale ad uso “dedicato” al neonato stesso: quando il nascituro o un suo consanguineo presenta, o al momento del parto o in epoca pregressa, una patologia per la quale il trapianto di cellule staminali emopoietiche è clinicamente valido; quando nella famiglia c’è il rischio di una malattia geneticamente trasmissibile a futuri figli per la quale il trapianto è una pratica scientificamente appropriata.

 

BANCA PRIVATA DI CONSERVAZIONE DEL CORDONE OMBELICALE

Nel caso in cui una coppia decidesse di conservare il sangue del cordone ombelicale ad esclusivo uso personale, in Italia è consentita la raccolta e l’esportazione dell’unità presso una struttura con sede all’estero. L’autorizzazione all’esportazione del sangue cordonale è rilasciata dalla Regione o Provincia Autonoma.

E’ possibile conservare il sangue del cordone ombelicale in qualsiasi struttura si decida di partorire ed in qualsiasi orario. Chi conserva le cellule staminali del cordone ombelicale diventa proprietario del campione e ne può richiedere il rientro in qualsiasi momento. L’unico impedimento ad una crioconservazione di cellule staminali del cordone per uso autologo è l’essere affetti da malattie trasmissibili. La procedura per il prelievo e trasporto del sangue del cordone ombelicale è molto semplice: scopri in 5 semplici passi come è facile conservare il sangue del cordone ombelicale.

 

PATOLOGIE CURABILI CON LE CELLULE STAMINALI DEL CORDONE OMBELICALE

Il primo trapianto di cellule staminali del sangue cordonale fu svolto nel 1988 e in questi vent’anni sono stati effettuati con successo oltre 20.000 trapianti affermando l’efficacia di queste cellule.

Attualmente sono più di ottanta le patologie trattate con le cellule staminali del sangue cordonale, e presenti nel  DM del 18 novembre del 2009. Scopri l’elenco delle malattie curabili con le cellule staminali.

 

STUDI CLINICI RIGUARDANTI LE CELLULE STAMINALI DEL CORDONE OMBELICALE

La ricerca scientifica non si ferma alle patologie ad oggi accertate in cui vengono utilizzate come possibile cura le cellule staminali ematopoietiche, ma si spinge oltre e sperimenta la possibilità che le cellule staminali del sangue del cordone ombelicale possano essere impiegate come cura in patologie oggi insospettabili. Le news riportate sul nostro sito ci descrivono ampiamente le nuove frontiere scientifiche riguardanti le cellule staminali ematopoietiche cordonali e non. Resta aggiornato con le news sul mondo delle cellule staminali e della ricerca.

Chiudi
clicca e chiudi

Conservazione cellule staminali da cordone ombelicale

Informati senza impegno!
Riceverai gratis la
Mamma Agenda
Mamma Agenda
o chiama il
Numero verde Futura 800 122 999
In evidenza

Siamo lieti di annunciarvi il nostro 16esimo rilascio.

Il 16esimo rilascio della nostra banca in favore di un bimbo di 6 affetto da Paralisi Cerebrale al quale sono state trapiantate le cellule staminali del cordone ombelicale in maniera eterologa familiare
Scopri Futura

Sclerosi Multipla: trapianto autologo di cellule staminali...

Lo studio pubblicato sulla rivista scientifica Lancet mette a frutto tutto ciò che è stato scritto e provato negli anni...
Risposte video